Insegnamento "Prassi esecutiva e repertori (Sassofono 1° ciclo)"

Pannello di gestione dell'insegnamento per l'A.A. 2020/2021

Ore
25  
Frequenza minima
67%  
Obiettivi

TECNICA

Elementi fondamentali di tecnica strumentale:
 postura
 impugnatura dello strumento
 imboccatura: emissione e articolazione dei suoni
 respirazione: esercizi propedeutici di respirazione diaframmatica.
Scale e arpeggi
Studi giornalieri
Studi

Conoscenze e abilità da conseguire:
Acquisire un equilibrio psico-fisico adeguato al controllo dei parametri fondamentali all’esecuzione
Eseguire le scale e gli arpeggi a memoria, nell’ambito di due ottave, applicando semplici modelli di articolazione
Coordinare i parametri strumentali fondamentali.
Armonizzare la tecnica strumentale alle finalità espressive.
Eseguire studi stilistici di livello elementare (ovvero composizioni musicali propedeutiche allo strumento in forma di duetto, variazione sul tema, preludio…, possibilmente in stili diversi).

Opere di riferimento:
Marcel MULE, 24 Studi Facili
Guy LACOUR, 50 Etudes faciles et progressives
Jean-Marie LONDEIX, Il Sassofono nella nuova didattica, vol. I
Jean-Marie LONDEIX, Esercizi Meccanici, vol. I
Jean-Marie LONDEIX, Il Sassofono nella nuova didattica, vol. I


REPERTORIO

Brani solistici
Brani per più sassofoni

Conoscenze e abilità da conseguire
 Eseguire facili brani tratti dal repertorio originale del proprio strumento e/o
adattamenti con accompagnamento di pianoforte o altri strumenti o basi registrate.
 Riconoscere e realizzare:
 i segni di fraseggio
 le indicazioni dinamiche
 le indicazioni ritmiche e agogiche
 Realizzare i più semplici segni d’abbellimento.
Conoscenze e abilità complesse:
 Eseguire un brano con precisione ritmica, dinamica e agogica, realizzandone le caratteristiche espressive.
Ascoltare se stessi e gli altri nelle esecuzioni di gruppo.

Opere di riferimento:
Eugène BOZZA, Le campanile
Eugène BOZZA, Parade des petits soldats
Robert PLANEL, Suite romantique
Marc CARLES, Cantilene


PRIMA VISTA E TRASPORTO

Lettura estemporanea di brani per sassofono solo e/o duetti

Opere di riferimento:
Guy LACOUR, 50 Etudes faciles et progressives


IMPROVVISAZIONE:

Inventare una melodia su accompagnamento predefinito, utilizzando anche scale pentatoniche, modali ed esatonale.
Creare motivi melodici di due battute sull’accordo di tonica e riproduzione degli stessi sugli accordi di sottodominante e dominante.
Organizzare i motivi in semifrasi e frasi di quattro, otto e sedici battute.
Esercitare le attività precedenti in diversi andamenti agogici.
Esercitare le attività precedenti con diverse intensità (piano, forte, crescendo e diminuendo) e in diversi registri (acuto, grave) associandole anche ad immagini per incrementare la valenza espressiva.

Opere di riferimneto:
Joseph VIOLA, Technique of the saxophone vol. 1, Berklee Press.

 
Modalità d'esame

TECNICA
Scale e arpeggi maggiori e minori fino a 3 diesis e 3 bemolle, ad estrazione.
Esecuzione di due studi estratti a sorte fra quattro presentati di difficoltà pari o superiore alle raccolte indicate (gli studi devono essere selezionati fra almeno due raccolte differenti).

REPERTORIO
Esecuzione di un brano tratto dal repertorio originale del proprio strumento, o adattamento con accompagnamento di pianoforte, o altri strumenti o basi registrate, di difficoltà pari o superiore a quanto esercitato nel corrispondente ambito formativo di tecnica strumentale).

PRIMA VISTA E TRASPORTO
Lettura estemporanea di un facile brano.

IMPROVVISAZIONE
Non richiesta


CRITERI DI VALUTAZIONE
Postura e padronanza della tecnica strumentale
Precisione esecutiva (ritmo, fraseggio, dinamiche)
Consapevolezza interpretativa

 
Collettivo/individuale
Individuale  
Debiti
No  
Attivo
Sì  
Creazione
10/03/2020  
Ultimo aggiornamento
10/03/2020