Insegnamento "Prassi esecutiva e repertori (Oboe 2° ciclo)"

Pannello di gestione dell'insegnamento per l'A.A. 2019/2020

Ore
25  
Frequenza minima
67%  
Obiettivi

TECNICA

Esercizi di base
su
articolazione,
intonazione,
dinamica,
meccanica
Scale e arpeggi
Studi

Conoscenze e abilità da conseguire:
Acquisire una padronanza strumentale adeguata
all’esecuzione di repertori scelti.
Eseguire le scale (maggiori e minori fino a 5 diesis e 5
bemolle, più la scala cromatica) e gli arpeggi (nelle medesime
tonalità con ampliamento dell’estensione) con vari schemi
ritmici e differenti articolazioni.
Eseguire facili studi stilistici (ovvero composizioni musicali
in forma di duetto, variazione sul tema, preludio…,
possibilmente in stili diversi).
Eseguire gli abbellimenti e apprendere le relative
diteggiature.
Armonizzare la tecnica strumentale alle finalità espressive.

Opere di riferimento
Pierre PIERLOT - Raymond NIVERD, Methode de hautbois, Ed. Billaudot
Il docente può fare riferimento a edizioni specifiche e/o a schemi ed esercizi di studio impostati di propria inventiva
Joseph SELLNER, Etudes progressives pour hautbois, Ed. Billaudot
Alfred SOUS, Neue Oboenschule, vol. I, Ed. Peters
Pierre PIERLOT - Raymond NIVERD, Methode de hautbois, Ed. Billaudot (studi dal n° 100 in poi)
Clemente SALVIANI, Studi per oboe (tratti dal Metodo), vol. I (duetti), Ed. Ricordi, (dal n° 13 in poi)


REPERTORIO:

Brani appartenenti a diversi stili
Repertorio solistico e cameristico per oboe, acquisita tramite l’ascolto discografico.

Conoscenze e abilità da conseguire:
 Eseguire brani scelti dal repertorio originale del proprio strumento e/o adattamenti con accompagnamento di pianoforte o altri strumenti o basi registrate.
 Riconoscere e realizzare:
 i segni di fraseggio
 le indicazioni dinamiche
 le indicazioni ritmiche e agogiche
 Realizzare i segni di abbellimento.
Conoscenze e abilità complesse:
 Eseguire un brano con precisione ritmica, dinamica e agogica, realizzandone le caratteristiche espressive.
 Produrre suoni le cui qualità dinamiche e timbriche siano in relazione al carattere del brano.

Opere di riferimento
Sonate e /o concerti di semplice esecuzione tratti in particolar modo dal repertorio barocco (VIVALDI, ALBINONI, MARCELLO, TELEMANN, ecc.) nelle varie edizioni oggi in commercio a scelta del docente.
A discrezione del docente.


PRIMA VISTA E TRASPORTO:

Lettura estemporanea di brani per oboe solo e/o duetti.

Conoscenze e abilità da conseguire:
Leggere a prima vista brani di facile esecuzione.

Opere di riferimento
Brevi melodie e soli o passi orchestrali selezionati dal docente


IMPROVVISAZIONE:

Inventare una melodia su accompagnamento predefinito, utilizzando anche
scale pentatoniche, modali ed esatonale
Organizzare la melodia in semifrasi e frasi di quattro, otto e sedici battute.
Sviluppare l’invenzione melodica tramite la variazione
Esercitare le attività precedenti in diversi andamenti agogici.
Esercitare le attività precedenti con diverse intensità (piano, forte, crescendo e diminuendo) e in diversi registri (acuto, grave) associandole anche ad immagini per incrementare la valenza espressiva.

Opere di riferimento:
Annibale REBAUDENGO, Leggere e improvvisare, Ed. Carisch
Emilio MOLINA, Piano complementario, vol. II, Ed. Real Musical
 
Modalità d'esame

TECNICA
Scale e arpeggi maggiori e minori fino a 5 diesis e 5 bemolli, ad estrazione.
Esecuzione di due studi estratti a sorte fra quattro presentati di difficoltà pari o superiore alle raccolte indicate (gli studi devono essere selezionati fra almeno due raccolte differenti).

REPERTORIO:
Esecuzione di due brani tratti dal repertorio originale del proprio strumento e/o adattamenti con accompagnamento di pianoforte, altri strumenti o basi registrate (uno dei due brani può essere una composizione per strumento solo) di difficoltà pari o superiore a quanto esercitato nel corrispondente ambito formativo di tecnica strumentale.

PRIMA VISTA E TRASPORTO
Lettura estemporanea di un facile brano.

IMPROVVISAZIONE
Improvvisare una melodia su schema armonico dato (max. sedici battute) suggerendo anche un’immagine sulla base dell’andamento ritmico e agogico scelti.


CRITERI DI VALUTAZIONE
Postura e padronanza della tecnica strumentale
Precisione esecutiva (ritmo, fraseggio, dinamiche)
Consapevolezza interpretativa
 
Collettivo/individuale
Individuale  
Debiti
No  
Attivo
Sì  
Creazione
20/02/2019  
Ultimo aggiornamento
20/02/2019